Equini

La parola cavallo deriva dal tardo latino căballus, che indicava però principalmente il cavallo da fatica o castrato, invece in latino cavallo si dice ĕquus, da cui il nostro equitazione. L’aggettivo ippico invece dal greco ἵππος (híppos) che significa appunto cavallo.

Per noi è fondamentale offrire ai nostri clienti prodotti dal sapore della natura e solo eccellenti proprietà organolettiche possono regalare questa sensazione.

Il latte proviene esclusivamente dal nostro allevamento e lo produciamo nel caseificio all’interno dell’azienda; anche la carne viene lavorata nei nostri laboratori.

Il tutto avviene nel pieno rispetto della corretta prassi igienica richiesta dall’Unione Europea.

Le nostre razze.

Cavallo Andaluso.

Cavallo dal portamento nobile e molto elegante. Proviene dalla penisola iberica, precisamente dalla regione andalusa.

Oggi è diffuso in Europa e America. Si tratta di un cavallo agile, nonostante una certa pesantezza risulta nobile nel portamento e maneggevole.

La testa è di medie dimensioni, con il profilo grande e gli occhi grandi ed espressivi. Il collo è ben proporzionato, possente e arcuato.

Il mantello più comune è il grigio, ma sono comuni anche il baio, il morello e il roano.

Raggiunge un’altezza al garrese tra i 155 ed i 160 cm.

anda

cavallo-da-sella

Cavallo Italiano da sella.

Il sella italiano deriva fondamentalmente da incroci tra purosangue inglese, arabo, anglo-arabo sardo e fattrici di razze tipiche della penisola italiana con attitudine alla sella.

Lo scopo di tali incroci consiste nell’ottenere un cavallo con la robustezza del puro sangue inglese e l’affidabilità delle razze italiche.

La loro destinazione sono le competizioni sportive come salto ostacoli e dressage.
Raggiunge un’altezza al garrese non inferiore a 156 cm.

Asini.

L’asino, chiamato anche somaro o ciuco, è una specie di mammifero del genere degli equini.

Simile al cavallo, è utilizzato dall’uomo principalmente come animale da lavoro e come mezzo di trasporto per cibo e merci, in particolare per carichi pesanti.

Più piccolo e mansueto del cavallo, ha le orecchie più lunghe, il manto di colore grigio salvo il ventre, il muso e il contorno degli occhi che sono bianchi.

In passato l’asino domestico aveva le stesse funzioni del cavallo risultava meno costoso poiché si accontenta di minor cibo dal punto di vista alimentare.

É dall’inizio della storia che gli asini sono stati utilizzati in Europa ed Asia occidentale per carichi, tirare carri e trasportare persone.

Anche in Italia viene usato come animale da soma, seppure in maniera decisamente minore rispetto al periodo precedente la meccanizzazione dell’agricoltura.

asini

pony

Pony.

Con il termine pony si intende un cavallo di dimensioni non superiori a 149 cm.

Coloro che hanno scarsa familiarità con i cavalli potrebbero confondere un pony adulto con un cavallo ancora giovane; sebbene un puledro possa essere più alto di un pony già durante il suo primo mese di vita.

É facile vedere dei pony durante numerose attività equestri ed oltre alle normali partecipazioni ai giochi d’equitazione, in molte parti del mondo sono ancora utilizzati come animali da soma o da traino.

Diverse razze si sono sviluppate in tutto il mondo, specialmente nelle zone più inospitali, dove animali forti e robusti sono indispensabili.

CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)